I dubbi esistenziali.

Una delle cose che mi ha sempre lasciata perplessa è che in quasi tutti i romanzi o i film “rosa”, che raccontano storie d’amore, i protagonisti non si conoscono mai veramente.

Non parlano del loro lavoro, non parlano di attualità, non parlano di politica. E mica è poco.

Prendiamo tipo “50 sfumature di grigio”. Ce l’hanno scartavetrato per 3 libri, e se poi alla fine lui dice a lei: «Cara, però i nostri figli non voglio farli vaccinare, mi spiace che tu lo scopra solo adesso»?

E se Bella di “Twilight” scopre che Edward negli anni ’40 aveva spiccate simpatie naziste?

E se uno vota Trump e l’altra Clinton, che si fa?

Valentina