Tre buoni motivi per leggere “Il sale va a destra” di Michela Alessio

È iniziato tutto quando un'amica mi ha prestato una copia de "Il sale va a destra", primo romanzo di Michela Alessio (LuoghInteriori, 2019). «Te lo consiglio, leggilo, è una storia d'amore, ma è particolare»...

Tre buoni motivi per leggere “Signor sindaco, domani pioverà?” di Davide Ferrari

Lo ammetto, appena ho visto la copertina di questo libro sul web (specifico che il sottotitolo è "10 anni su Facebook tra cittadini e leoni da tastiera") non ho potuto fare a meno di...

Tre buoni motivi per leggere “Agnus Dei” di Matteo Frulio

Devo ammetterlo: quando una persona che conosco scrive un libro, mi viene sempre voglia di leggerlo. Perché penso sia una buona opportunità per comprenderla meglio e scoprire nuovi lati della sua personalità che magari...

Tre buoni motivi per leggere “Da grande farò il fermaporta” di Francesco Poggio

Ho avuto modo di conoscere e intervistare Francesco Poggio tempo fa: mi aveva colpito la sua storia, il fatto che utilizzasse l'arte (e una buona dose di ironia) per combattere i pregiudizi sulla disabilità....

Tre buoni motivi per leggere “Internet è morto” di Gio Russo

Ho letto e apprezzato "Internet è morto", scritto e ideato da Gio Russo, a cura di Matilde Vedove e con le illustrazioni di Guido Astolfi, pubblicato in formato e-book nella collana "#LeStoriediGioRusso" (disponibile su...

Tre buoni motivi per leggere “Ogni maledetto martedì” di Simone Farello

Il racconto in chiave ironica dell'esperienza di un consigliere comunale: quando la realtà supera la fantasia Oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha fatto ridere alle lacrime, forse anche perché per mestiere seguo...