Qualche idea per chi NON ha cose importanti da comunicare

Tempo di lettura: 1 minuto

Questa è una schermata del mio cellulare poco fa. No vabbè (se sperate che io legga tutto)…

Siccome però in effetti mi si stanno intasando tutti i canali di comunicazione (e Gmail non manca mai di ricordarmi quanto la mia casella sia sull’orlo dell’esplosione), ho in mente qualche canale alternativo dedicato a coloro che non hanno poi cose veramente importanti da dirmi:

  • Piccione viaggiatore (no dai, i piccioni mi fanno schifo. Sordidi ratti con le ali. Meglio gufi, o falchi)
  • Segnali di fumo (possibilmente accompagnati da profumo di arrosto)
  • Comunicazioni sonore tipo “Incontri ravvicinati del terzo tipo” (non messaggi vocali. Chiaro? NON messaggi vocali. Quelli sono il male del mondo, li ascolto con lo stesso entusiasmo con cui leggo i messaggi che si twittano Trump e Kim Yong-un).
  • Messaggi in bottiglia (scritti sulle etichette. Dentro, un buon rosso va benissimo)
  • Per chi davvero si impegna, lettere scritte con l’alfabeto farfallino (vefe lofo rificofordafatefe?)

Valentina

Presentiamo “Giorgio Caproni –...

È arrivato il momento della terza tappa della rassegna...

“Milena Sutter” di Graziano...

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del...

Resistere a un mondo...

La sudcoreana Han Kang è un'indiscussa protagonista della letteratura...

Perché ci piacciono così...

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti,...

Tutti i segreti del...

Siete cresciuti a pane e Robottoni? Amate Van Gogh...

Uno “Stranger Things” anni...

Chi ha seguito la serie Netflix 'The Crown' si...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Il grande successo della serie tv “Mare Fuori”: 3 libri da leggere sull’argomento

C'è una serie tv italiana che in questo momento sta facendo parlare adulti e giovanissimi, prodotta da Rai Fiction, celebrata al recente Festival di...

Perché ci piacciono così tanto i libri giapponesi “che fanno stare bene”

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti, scommettiamo che avete fatto caso al vero e proprio boom di libri "rassicuranti", spesso giapponesi,...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

“Catene di Gloria” di Nana Kwame Adjei-Brenyah: una distopia che assomiglia, troppo, al presente

Finalista al 'National Book Awards' 2023 e presente in quasi tutte le classifiche dei migliori libri dell'anno negli USA, "Catene di Gloria" di Nana...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Blackwater” di Michael McDowell: il misterioso fascino di una saga di culto

Non è semplice scrivere di una serie letteraria su cui ormai si è versato molto inchiostro. Di certo i sei volumi che compongono la...

I detective del cibo e della memoria: “Le ricette perdute del ristorante Kamogawa” di Kashiwai Hisashi

I libri kawaii (il termine nipponico per dire grazioso/tenero/carino) stanno inondando gli scaffali delle librerie italiane. Molti di questi, poi, parlano di gatti o di...