Tre buoni motivi per leggere “Volpe 8” di George Saunders

Tempo di lettura: 1 minuto

5 out of 5 stars (5 / 5) Una tenera favola moderna sul rapporto tra uomini e natura


“Volpe 8” di George Saunders (Feltrinelli, 2013) è una breve novella per adulti, 52 pagine di tenerezza raccontate dall’autore e illustrate da Chelsea Cardinal. Può sembrare un racconto per bambini a prima vista, ma è un brevissimo romanzo per adulti, che parla del rapporto tra esseri umani e natura. A raccontare, nientemeno che una volpe che ha imparato la lingua degli uomini.

Ecco perché leggerlo:

1 Innanzitutto per il pluripremiato autore. Stiamo parlando di un fuoriclasse: Saunders si è aggiudicato due volte il National Magazine Award, ed è stato incluso dal New Yorker nella lista dei “Venti scrittori per il 21esimo secolo”. Nel 2013, inoltre è stato insignito del PEN/Malamud Award, il più prestigioso premio statunitense per gli autori di short stories. Dulcis in fundo, la rivista “Time” l’ha inserito tra le 100 persone più influenti del mondo. Può bastare?

2 Perché “Volpe 8”, con la delicatezza di una favola moderna, divertente e commovente in cui non mancano amicizia e amore ma anche momenti drammatici, parla del rapporto tra la natura – simboleggiata dalla protagonista, una volpe spensierata, amichevole, curiosa, ingenua – e gli esseri umani, che radono al suolo i boschi per costruire centri commerciali e spesso sono gratuitamente cattivi. Ma che sono anche capaci di piccoli gesti di grande amore, come quello della mamma che legge ogni sera i libri ai suoi bambini, e grazie alla quale Volpe 8 impara il linguaggio degli umani.

3 Per il linguaggio utilizzato (e qui ci vuole un plauso anche alla traduttrice, Cristiana Mennella), volutamente maccheronico e scorretto, perché in fin dei conti chi parla è “solo” una volpe che ha imparato a parlare come gli uomini.

Giornata della Donna: letture...

L'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, è una data...

MasterChef e le storie...

Questa settimana si è conclusa la tredicesima edizione di...

Perché ci piacciono così...

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti,...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di...

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho...

Libri da leggere nel...

Se vi sono piaciute le nostre guide con i...

“C’era una volta un...

Sotto l'albero di Natale quest'anno ho trovato "C'era una...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di Amélie Nothomb: lo stupro e le ali della scrittura che l’hanno salvata

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho saputo resistere e ho comprato l'ultimo libro di Amélie Nothomb, "Psychopompe" (Albin Michel, 2023), non...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Un capolavoro working class: “Come ho ucciso Margaret Thatcher” di Anthony Cartwright

Dello scrittore inglese Anthony Cartwright avevo già letto tutti i libri pubblicati in italiano dalla casa editrice 66thand2nd, dallo splendido "Heartland", che considero uno...

Corea del Sud: l’ultimo libro di “The Passenger” per scoprire cosa c’è dietro il boom

Uno dei fenomeni del momento - come abbiamo già avuto modo di scrivere - sembra essere la Corea del Sud. L'onda coreana chiamata "Hallyu"...

“Le bambine non esistono” di Ukmina Manoori: l’Afghanistan e quelle bimbe vestite da maschi per sopravvivere

"Le bambine non esistono": parola di Ukmina Manoori, donna afghana che ha deciso di raccontare la sua storia molto particolare in un libro curato...

Gli uomini della bomba atomica e i loro demoni: “Manhattan Project” di Stefano Massini

Ha senso leggere i testi teatrali? In molti casi è un esercizio da studiosi e ricercatori, dal momento che sono scritti per essere recitati,...