Tre buoni motivi per leggere “Colpisci il tuo cuore” di Amélie Nothomb

Tempo di lettura: 1 minuto

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
I rapporti madre-figlia che influenzano tutta la vita


Ho comprato quasi subito, appena uscito, il nuovo libro di Amélie Nothomb “Colpisci il tuo cuore”, edito nel 2018 da Voland. Con l’ineguagliabile stile Nothomb, questa volta a essere passati in rassegna sono i rapporti tra madri e figlie, raccontando la storia della bellissima e ammiratissima Marie, che rimane incinta a soli 19 anni, e della sua figlia non voluta, Diane, che cresce senza l’affetto materno, intrappolata in una sorta di eterna rivalità.

Ecco tre buoni motivi per leggerlo:

1 Perché la narrazione è diretta, sintetica, e parla “senza peli sulla lingua”, in pieno stile Nothomb, con un ritmo vivace come sempre. Qui, però, la scrittrice abbandona un po’ il suo tradizionale sarcasmo per un libro più crudele e distruttivo che ironico e leggero. Ma comunque bellissimo.

2 Perché non è banalmente il racconto di una crisi familiare: è molto di più, e si incentra sui rapporti tra genitori e figli (in questo caso tra madri e figlie) che non sono sempre facili. Fraintendimenti, atteggiamenti dettati dall’inconscio, parole che rimangono, ricordi che finiscono per influenzare l’intera esistenza di una persona.

3 Perché parla anche di come cambia la nostra percezione delle persone a seconda dei ruoli in cui le conosciamo, e in cui le inquadriamo. E dunque un’ottima lavoratrice può diventare una pessima madre, ribaltare il modo in cui la guardiamo, e viceversa.

Perché ci piacciono così...

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti,...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di...

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho...

Libri da leggere nel...

Se vi sono piaciute le nostre guide con i...

“C’era una volta un...

Sotto l'albero di Natale quest'anno ho trovato "C'era una...

Tra Dickens, la Sirenetta...

Il secondo romanzo della scozzese Elizabeth Macneal "Il circo...

Derive e burnout del...

"La lavoratrice" della spagnola Elvira Navarro (2019, nell'efficace traduzione...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Il grande successo della serie tv “Mare Fuori”: 3 libri da leggere sull’argomento

C'è una serie tv italiana che in questo momento sta facendo parlare adulti e giovanissimi, prodotta da Rai Fiction, celebrata al recente Festival di...

Perché ci piacciono così tanto i libri giapponesi “che fanno stare bene”

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti, scommettiamo che avete fatto caso al vero e proprio boom di libri "rassicuranti", spesso giapponesi,...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

“Catene di Gloria” di Nana Kwame Adjei-Brenyah: una distopia che assomiglia, troppo, al presente

Finalista al 'National Book Awards' 2023 e presente in quasi tutte le classifiche dei migliori libri dell'anno negli USA, "Catene di Gloria" di Nana...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Blackwater” di Michael McDowell: il misterioso fascino di una saga di culto

Non è semplice scrivere di una serie letteraria su cui ormai si è versato molto inchiostro. Di certo i sei volumi che compongono la...

I detective del cibo e della memoria: “Le ricette perdute del ristorante Kamogawa” di Kashiwai Hisashi

I libri kawaii (il termine nipponico per dire grazioso/tenero/carino) stanno inondando gli scaffali delle librerie italiane. Molti di questi, poi, parlano di gatti o di...