Tre buoni motivi per leggere “Via col vento” di Margaret Mitchell

Tempo di lettura: 1 minuto

5 out of 5 stars (5 / 5) Un capolavoro della letteratura americana e mondiale, tra storia, società e amore


Va bene, lo dico subito: “Via col vento” non è per tutti. Il film è considerato l’eterno “polpettone” da nonne, e io invece lo adoro, e così ho amato anche il romanzo scritto nel 1936 (adesso sapete con chi avete a che fare).

Ma vale decisamente la pena leggere questo libro scritto dalla Mitchell che, dopo aver lasciato gli studi, lavorò come giornalista all’Atlanta Journal e proprio in questo periodo scrisse il suo unico romanzo, diventato subito celebre (il film arrivò appena tre anni dopo) e facendo vincere il Pulitzer all’autrice. Ah, un avvertimento. Naturalmente il libro – che narra la storia intrecciata di alcuni personaggi sullo sfondo della Guerra di Secessione americana – è lungo. Non aspettatevi un romanzo breve perché questo, di certo, non lo è.

Ecco tre buoni motivi per leggerlo:

1 Per i suoi personaggi vivaci e immortali. Rossella O’Hara, affascinante, capricciosa e un po’ “civetta”, con una risolutezza e un carattere forte che scoprirà di avere quando sarà costretta a crescere, allontanandosi dal frivolo e protettivo ambiente familiare, incontrando la guerra e le avversità della vita, senza abbandonare la speranza e la capacità di resistere quando tutto intorno il mondo crolla. E poi il perenne incontro/scontro con Rhett Butler, l’altro protagonista, all’apparenza un avventuriero spregiudicato, egoista e donnaiolo, ma capace di parlar chiaro, provare sentimenti onesti e un innato buonsenso.

2 Per la descrizione molto particolareggiata non solo dei fatti della Guerra di Secessione, ma della società, delle convenzioni, delle usanze, delle tradizioni, dei modi di pensare e di agire del Sud degli Stati Uniti. Insomma, un grande affresco storico.

3 Per le frasi e i dialoghi (riproposti fedelmente nel film) entrati nella storia. Sempre segnati da una vena di sensualità, pur mantenendo il ritmo molto vivace: le scene e le parole d’amore fanno ancora vibrare l’anima. Insomma, molto di più di “Domani è un altro giorno“. D’altronde, si tratta di uno dei romanzi più venduti di tutti i tempi.

 

“Poverina” di Chiara Galeazzi:...

Si può parlare in maniera brillante e ironica di...

Un capolavoro working class:...

Dello scrittore inglese Anthony Cartwright avevo già letto tutti...

I sentieri del caso...

Yoshida Atsushiro è uno scrittore nato nel 1962, molto...

La seduzione dei segreti:...

Il romanzo "Chi dice e chi tace" di Chiara...

La solitudine dei fan...

La casa editrice e/o ha portato in Italia il...

“Catene di Gloria” di...

Finalista al 'National Book Awards' 2023 e presente in...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di Amélie Nothomb: lo stupro e le ali della scrittura che l’hanno salvata

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho saputo resistere e ho comprato l'ultimo libro di Amélie Nothomb, "Psychopompe" (Albin Michel, 2023), non...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Un capolavoro working class: “Come ho ucciso Margaret Thatcher” di Anthony Cartwright

Dello scrittore inglese Anthony Cartwright avevo già letto tutti i libri pubblicati in italiano dalla casa editrice 66thand2nd, dallo splendido "Heartland", che considero uno...

Corea del Sud: l’ultimo libro di “The Passenger” per scoprire cosa c’è dietro il boom

Uno dei fenomeni del momento - come abbiamo già avuto modo di scrivere - sembra essere la Corea del Sud. L'onda coreana chiamata "Hallyu"...

Gli uomini della bomba atomica e i loro demoni: “Manhattan Project” di Stefano Massini

Ha senso leggere i testi teatrali? In molti casi è un esercizio da studiosi e ricercatori, dal momento che sono scritti per essere recitati,...

Gialli che passione: 5 libri con cui iniziare il 2023

Ho una tradizione: il primo libro che leggo all'inizio dell'anno è sempre un giallo. E se negli ultimi tempi la scelta era stata quasi...