Tre buoni motivi per leggere “Miti del Nord” di Neil Gaiman

SUL LIBRO

- Brillante e ironico
- Illustra una mitologia forse poco conosciuta e rispolverata di fatto dai film Marvel
- Storie a capitoli da leggere tutte d'un fiato o da centellinare

Tempo di lettura: 2 minuti

Quando ho visto in libreria “Miti del Nord” di Neil Gaiman (Mondadori, 2018) non ho potuto fare a meno di comprarlo: d’altronde unisce l’antica mitologia, argomento che da sempre mi interessa, e la narrazione ironica e vivace di Neil Gaiman, autore che ho adorato in “Good Omens”.

Lungo un arco narrativo che inizia con la genesi dei nove leggendari mondi della mitologia del nord, l’autore ripercorre le avventure e le gesta di dèi, nani e giganti. Che Gaiman fosse particolarmente affezionato ai miti norreni era chiaro: in “American Gods” (suo romanzo che è diventato poi anche una serie tv su Amazon Prime Video) uno dei protagonisti è proprio Odino.

Ecco tre buoni motivi per leggere “Miti del Nord”:

1 Come ho già scritto, la narrazione è brillante e vivace, condita dall’inconfondibile ironia di Neil Gaiman (che comunque, a mio parere, poteva spingersi anche un po’ più oltre) che fa rivivere Odino, Thor, Loki, Freja e tutti gli dei nordici e ce li fa osservare sotto una nuova lente.

2 D’altronde, mentre sappiamo quasi tutto sulla mitologia greca e romana (parenti strette, anzi strettissime), conosciamo molto poco la mitologia norrena. Da brava nerd, io l’ho conosciuta molti anni fa giocando ad “Age of Mythology”, un bellissimo gioco di strategia in stile “Age of Empires” in cui il ruolo degli dei delle varie civiltà è fondamentale, dunque mi sono divertita leggendo il libro di Gaiman perché riuscivo a riconoscere vari personaggi ed esseri fantastici. Ma, chiusa questa parentesi, possiamo dire che ultimamente abbiamo sentito parlare della mitologia del nord solo grazie al grande successo dei film Marvel: con i vari cicli di “Thor” e degli “Avengers” abbiamo imparato a conoscere Thor, Odino, e soprattutto Loki. Ma questi personaggi com’erano descritti veramente nella mitologia originale? Chi difendevano? Quale carattere avevano?

3 Mentre l’inizio del libro è da leggere tutto di filato perché racconta l’origine dei mondi e degli dei, e le loro primissime avventure sono strettamente correlate all’inizio dei tempi, si procede poi con vari episodi che narrano le gesta dei personaggi e che dunque si possono continuare a leggere oppure “sbocconcellare” saltuariamente. La conclusione poi getta uno sguardo sul futuro, ovvero su quello che è previsto succederà con la fine del mondo, il Ragnarock. Ma sarà davvero la fine di tutte le cose?

Tre buoni motivi per...

È andata così: stavo parlando con un amico di...

Lusso, ansia e contraffazione: “Superfake” di Kirstin Chen

Viviamo in un mondo dove i gusti e i consumi sono dominati dai grandi marchi e la produzione di ciò che indossiamo avviene molto...

Libri da leggere nel 2023: 20 “must have” per affrontare l’anno nuovo

Se vi è piaciuta la nostra guida con i libri che abbiamo più amato nell'arco del 2022, eccoci qui alla classifica dei libri da...

Gialli che passione: 5 libri con cui iniziare il 2023

Ho una tradizione: il primo libro che leggo all'inizio dell'anno è sempre un giallo. E se negli ultimi tempi la scelta era stata quasi...

Il grande successo della serie tv “Mare Fuori”: 3 libri da leggere sull’argomento

C'è una serie tv italiana che in questo momento sta facendo parlare adulti e giovanissimi, prodotta da Rai Fiction, celebrata al recente Festival di...

Tre buoni motivi per leggere la serie del Commissario Gamache di Louise Penny

Tre libri, tre giudizi diversi per una saga che vale 4 stelle "Case di vetro", "Il regno delle ombre" e "Un uomo migliore" sono i...

Tre buoni motivi per leggere “Il segno rosso del coraggio” di Stephen Crane

In questo 2021 Einaudi ha deciso di riaprire una delle sue collane più famose, 'Gli Struzzi', chiusa nel 2008, affidandola a Ernesto Franco, che...

Tra Dickens, la Sirenetta e il bizzarro: “Il circo delle meraviglie” di Elizabeth Macneal

Il secondo romanzo della scozzese Elizabeth Macneal "Il circo delle meraviglie" (Einaudi, 2023, nella impeccabile traduzione di Giovanna Scocchera) è un fantastico caleidoscopio narrativo...

Schegge di paura: tre libri di racconti brevi e brevissimi da leggere ad Halloween

Ci sono molti modi per passare una notte da brividi ad Halloween. Si può andare a una festa in maschera, aggirarsi per il quartiere...

Tre buoni motivi per leggere “La verità sul caso Harry Quebert” di Joël Dicker

Colpi di scena e suspense in un libro in cui nulla è come sembra Questo è un altro di quei casi in cui ho visto...
- Brillante e ironico <br> - Illustra una mitologia forse poco conosciuta e rispolverata di fatto dai film Marvel <br> - Storie a capitoli da leggere tutte d'un fiato o da centellinareTre buoni motivi per leggere "Miti del Nord" di Neil Gaiman