Tre buoni motivi per leggere “Il trono vuoto” di Roberto Andò

Tempo di lettura: 1 minuto

5 out of 5 stars (5 / 5) Geniale elogio della follia e delle scelte coraggiose e “pazze” in politica


Ho apprezzato davvero tanto “Il trono vuoto” di Roberto Andò (Bompiani, 2012) da cui è stato tratto successivamente il film “Viva la libertà” con un eccezionale Toni Servillo.

La trama: il segretario di partito Salvatore Olivieri, grigio dirigente depresso, dopo il crollo dei sondaggi, decide di fuggire. In preda al panico, il suo più fidato collaboratore e la moglie, per non rivelare la verità che costituirebbe l’ennesima batosta, decidono di sostituire Salvatore con il gemello, filosofo geniale segnato da disturbo bipolare e già ricoverato in ospedale psichiatrico. Il risultato sarà esilarante, e bellissimo.

Ecco tre buoni motivi per leggerlo:

1 È un elogio delle scelte coraggiose e “folli” in politica, forse tutto sommato proprio quelle che la gente si aspetta, e che tardano sempre così tanto ad arrivare.

2 È un ritratto impietoso ma anche fresco e ironico della classe dirigente della politica italiana dei giorni nostri. Impossibile non paragonare i due fratelli a tanti personaggi della scena politica attuale.

3 Vale la pena leggere il libro solo per i botta-risposta paradossali, filosofici e pieni di ritmo tra il filosofo/segretario e i suoi interlocutori (in primis, i giornalisti stupiti dal radicale cambiamento dell’uomo).

La seduzione dei segreti:...

Il romanzo "Chi dice e chi tace" di Chiara...

“Al mare non importa”...

Gli amanti dei libri che frequentano i social avranno...

Diventare donna su un...

Giorgia Benardini è una giornalista sportiva (collabora tra le...

“Barnaba il mago” di...

Ho trovato in una bella libreria indipendente nel vicolo...

Perché “La figlia oscura”...

Ho letto con tanta curiosità e molte aspettative "La...

“Fedeltà” di Marco Missiroli:...

Qualche settimana fa Netflix reclamizzava la serie tv "Fedeltà":...

Arriva la nostra rassegna estiva “Libri in piazzetta”

Ad Arenzano arriva una nuova rassegna letteraria per l'estate: si chiama "Libri in piazzetta" e sono sei appuntamenti con autrici e autori nella splendida...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

Libri da leggere nel 2023: 20 “must have” per affrontare l’anno nuovo

Se vi è piaciuta la nostra guida con i libri che abbiamo più amato nell'arco del 2022, eccoci qui alla classifica dei libri da...

Perché ci piacciono così tanto i libri giapponesi “feel good” che ci fanno stare bene

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti, scommettiamo che avete fatto caso al vero e proprio boom di libri "rassicuranti", spesso giapponesi,...

“Le bambine non esistono” di Ukmina Manoori: l’Afghanistan e quelle bimbe vestite da maschi per sopravvivere

"Le bambine non esistono": parola di Ukmina Manoori, donna afghana che ha deciso di raccontare la sua storia molto particolare in un libro curato...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di Amélie Nothomb: lo stupro e le ali della scrittura che l’hanno salvata

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho saputo resistere e ho comprato l'ultimo libro di Amélie Nothomb, "Psychopompe" (Albin Michel, 2023), non...

Un capolavoro working class: “Come ho ucciso Margaret Thatcher” di Anthony Cartwright

Dello scrittore inglese Anthony Cartwright avevo già letto tutti i libri pubblicati in italiano dalla casa editrice 66thand2nd, dallo splendido "Heartland", che considero uno...