“Gusti” di Alberto Angela, viaggio alla scoperta del cibo tra storia e curiosità

SUL LIBRO

Un appassionante saggio sulle trasformazioni del cibo che svela molto di chi eravamo e chi siamo diventati

Tempo di lettura: 2 minuti

Come si modificano i gusti nel tempo, e perché? Come cambia il nostro modo di mangiare? Come nascono alcune abitudini culinarie che ci accompagnano tutt’oggi, e per quale motivo?

Andrò direttamente al sodo: tempo fa al Salone del Libro di Torino allo stand di Rai Libri ho trovato una collana di libri interessantissimi uscita con Repubblica a cura di Alberto Angela, “Genio”, nata con l’intenzione di ripercorrere la storia delle scoperte che hanno cambiato il corso della nostra vita. In quel contesto la loro vendita era stata riproposta singolarmente e non mi sono fatta scappare l’occasione. Ho comprato il libro dedicato alle trasformazioni del cibo, “Gusti”, e quello sulla storia del commercio che poi leggero.

Ecco tre riflessioni:

1 Il libro – che consiglio agli appassionati di antropologia – è molto bello perché racconta l’evoluzione del cibo dalla preistoria a oggi. Ma la storia è fatta soprattutto di cambiamenti, con le loro spiegazioni, e curiosità. È molto arricchente e appassionante e alla fine spiega anche molte cose che non riguardano direttamente il cibo, ma che comunque hanno a che fare con l’alimentazione. Il perché di certe malattie (e addirittura del loro nome) ad esempio, oppure come il nostro corpo sia cambiato con la qualità di quello che mangiamo. E ancora quando sono nati i veri ristoranti? E la pizza? Come si mangiava nelle diverse epoche e come sono cambiati non solo gli ingredienti ma anche proprio i nostri gusti? 

2 Come sempre nell’antropologia è tutto collegato. E dunque non è un libro che si ferma solo al cibo. Si parte da qui, da qui si arrivano a spiegare fenomeni anche molto diversi legati alla storia dell’uomo e alla sua evoluzione. Si parte dal cibo per arrivare a parlare di storia, di conquiste, di commercio, di malattie, di come sia cambiata la struttura fisica del nostro corpo e di come certi cibi siano diventati tabù. Insomma, gastronomia a parte, il libro parla molto di quello che eravamo, chi siamo e dove siamo diretti. 

3Nel libro c’è tutto lo stile divulgativo di Alberto Angela e dei suoi collaboratori: una delle cose che più mi piace dei suoi libri è che si vede che, chi li scrive, si diverte ed è a sua volta animato da grande curiosità. Il libro è semplice e adatto a tutti, una lettura davvero bella, che prende spunto a sua volta da lavori e testi di altri studiosi (ho apprezzato tantissimo la citazione di “Armi acciaio e malattie” di Jared Diamond, che sto leggendo), rendendoli appetibili a tutte le categorie di lettori.

 

Corea del Sud: l’ultimo...

Uno dei fenomeni del momento - come abbiamo già...

Sei libri da leggere...

Durante il viaggio di formazione internazionale che ho fatto...

Giornata della Donna: letture...

L'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, è una data...

MasterChef e le storie...

Questa settimana si è conclusa la tredicesima edizione di...

Tutti i segreti del...

Siete cresciuti a pane e Robottoni? Amate Van Gogh...

Perché “Dolore e furore....

La lettura di “Dolore e furore. Una storia delle...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

Corea del Sud: l’ultimo libro di “The Passenger” per scoprire cosa c’è dietro il boom

Uno dei fenomeni del momento - come abbiamo già avuto modo di scrivere - sembra essere la Corea del Sud. L'onda coreana chiamata "Hallyu"...

Un capolavoro working class: “Come ho ucciso Margaret Thatcher” di Anthony Cartwright

Dello scrittore inglese Anthony Cartwright avevo già letto tutti i libri pubblicati in italiano dalla casa editrice 66thand2nd, dallo splendido "Heartland", che considero uno...

I sentieri del caso nella notte di Tokyo: “Buonanotte Tokyo” di Yoshida Atsushiro

Yoshida Atsushiro è uno scrittore nato nel 1962, molto prolifico e già tradotto in francese e in tedesco, ma solo in questo 2024 arriva...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Tre buoni motivi per leggere “Il grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald

Un capolavoro, sempre attuale, scritto benissimo Ho letto di recente "Il grande Gatsby" scritto nel 1925 da Francis Scott Fitzgerald, nella versione edita da Feltrinelli...

“Le bambine non esistono” di Ukmina Manoori: l’Afghanistan e quelle bimbe vestite da maschi per sopravvivere

"Le bambine non esistono": parola di Ukmina Manoori, donna afghana che ha deciso di raccontare la sua storia molto particolare in un libro curato...
Un appassionante saggio sulle trasformazioni del cibo che svela molto di chi eravamo e chi siamo diventati"Gusti" di Alberto Angela, viaggio alla scoperta del cibo tra storia e curiosità