Tre buoni motivi per leggere “Sogni d’inverno” di Francis Scott Fitzgerald

Tempo di lettura: 1 minuto

3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Storia di un amore e di una carriera


Ero in vena di leggere qualcosa di breve e scritto bene: sfogliando varie proposte, il racconto di di Francis Scott Fitzgerald mi è sembrato l’ideale. Amo questo autore, e dunque ho scelto volentieri il suo “Sogni d’inverno” (edito da Feltrinelli Zoom, scritto nel 1922). Ecco tre buoni motivi per leggerlo:

1 Se avete già letto qualcosa di Fitzgerald (penso ad esempio al “Grande Gatsby” troverete molti elementi ricorrenti nelle sue opere: il giovanotto in gamba che fa carriera, e soprattutto la figura della donna capricciosa, volubile, vista come una “dea”, a cui è impossibile dire di no.

2 Perchè essendo solo un racconto è veloce e piacevole da leggere, scritto bene e in maniera scorrevole come tutte le opere di Fitzgerald. L’ideale per un breve intervallo che consenta di “prendere fiato” tra un romanzo e l’altro.

3 Soprattutto all’inizio si intravede come da piccole cose, da una battuta, da uno sguardo, da un’affermazione, possa mettersi in moto un processo che cambia il corso della nostra vita. E da qui si capisce come mai lo scrittore – nonostante faccia capire più volte che l’episodio raccontato è avvenuto prima di molte altre cose importanti, quasi come a “sminuirlo” – ha voluto raccontare proprio questo episodio, in realtà fondamentale.

Roald Dahl e l’intelligenza...

Avete presente quei libri che avete in casa da...

Giornata della Donna: letture...

L'8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, è una data...

MasterChef e le storie...

Questa settimana si è conclusa la tredicesima edizione di...

Perché ci piacciono così...

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti,...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di...

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho...

I detective del cibo...

I libri kawaii (il termine nipponico per dire grazioso/tenero/carino) stanno...

Arriva la nostra rassegna estiva “Libri in piazzetta”

Ad Arenzano arriva una nuova rassegna letteraria per l'estate: si chiama "Libri in piazzetta" e sono sei appuntamenti con autrici e autori nella splendida...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

Libri da leggere nel 2023: 20 “must have” per affrontare l’anno nuovo

Se vi è piaciuta la nostra guida con i libri che abbiamo più amato nell'arco del 2022, eccoci qui alla classifica dei libri da...

Che meraviglia i libri con testo originale a fronte

I libri con testo originale a fronte possono rappresentare una meravigliosa indecisione: non sai mai se leggere la traduzione in italiano, per ovvi motivi,...

“Le bambine non esistono” di Ukmina Manoori: l’Afghanistan e quelle bimbe vestite da maschi per sopravvivere

"Le bambine non esistono": parola di Ukmina Manoori, donna afghana che ha deciso di raccontare la sua storia molto particolare in un libro curato...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di Amélie Nothomb: lo stupro e le ali della scrittura che l’hanno salvata

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho saputo resistere e ho comprato l'ultimo libro di Amélie Nothomb, "Psychopompe" (Albin Michel, 2023), non...

Perché ci piacciono così tanto i libri giapponesi “feel good” che ci fanno stare bene

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti, scommettiamo che avete fatto caso al vero e proprio boom di libri "rassicuranti", spesso giapponesi,...