Tre buoni motivi per leggere “Nel Giappone delle donne” di Antonietta Pastore

Tempo di lettura: 1 minuto

4 out of 5 stars (4 / 5) Un “must” per chi vuole saperne di più di cultura e società giapponese, vista dagli occhi di un’esperta


Chi mi conosce sa che mi affascina molto il Giappone, con una cultura e regole sociali così diverse dalla nostra, e città in cui si fondono tecnologia futuristica e tradizione. Ho letto “Nel Giappone delle donne” (Einaudi, 2004) proprio perché ero interessata a saperne di più.

Ecco tre buoni motivi per leggerlo:

1 Chi racconta è Antonietta Pastore, non una semplice turista, ma una persona che il Giappone lo ha vissuto davvero, anche per professione: ha insegnato all’Università di Lingue Straniere di Osaka ed è la traduttrice dal giapponese di Haruki Murakami (e altri autori), e ha vissuto per 16 anni nel paese del Sol Levante.

2 Il libro racconta – attraverso la storia di alcune conoscenti dell’autrice – tutte le fasi della vita di una donna in Giappone, divise per capitoli: giovani, il lavoro, il matrimonio, la famiglia, il divorzio, il femminismo, il rapporto con la tradizione, la terza età, e così via.

3 Il libro svela molte piccole curiosità che solo un vero conoscitore della cultura giapponese può descrivere: cosa è consentito e cosa è disdicevole, il rigido ruolo delle convenzioni e della tradizione che influenza la sfera pubblica e privata. Dal rapporto con il marito a quello con la baby sitter, dalle differenze tra città e provincia al galateo delle emozioni.

Un’aggiunta è doverosa: il libro è sì del 2004, ma i ricordi raccontati dall’autrice non sono sempre attuali: risalgono fino agli anni ’70, in cui la società – nei confronti della donna – era comunque molto diversa da quella di oggi, un po’ come da noi.

Tutti i segreti del...

Siete cresciuti a pane e Robottoni? Amate Van Gogh...

Perché “Dolore e furore....

La lettura di “Dolore e furore. Una storia delle...

I film di culto...

Quentin Tarantino non è solo un grande regista, tra...

Libri da leggere nel...

Se vi sono piaciute le nostre guide con i...

Le recensioni più lette...

Cari amici, come al solito eccoci alla fine di...

La libertà sui pedali:...

La collana 'Dinamica' è uno dei fiori all'occhiello della...

“Milena Sutter” di Graziano Cetara: il libro-inchiesta sul delitto che sconvolse l’italia

"Milena Sutter? Certo, mi ricordo il caso, quello del biondino della spider rossa!": così mi aveva risposto, qualche settimana fa, mio zio piemontese alla...

Libri da leggere nel 2024: i nuovi “must have” per affrontare l’anno

Se vi sono piaciute le nostre guide con i libri che abbiamo più amato nell’arco del 2023 e la classifica delle recensioni più lette...

Il grande successo della serie tv “Mare Fuori”: 3 libri da leggere sull’argomento

C'è una serie tv italiana che in questo momento sta facendo parlare adulti e giovanissimi, prodotta da Rai Fiction, celebrata al recente Festival di...

Perché ci piacciono così tanto i libri giapponesi “che fanno stare bene”

di Valentina Bocchino e Simone Farello Se siete lettori attenti, scommettiamo che avete fatto caso al vero e proprio boom di libri "rassicuranti", spesso giapponesi,...

“Catene di Gloria” di Nana Kwame Adjei-Brenyah: una distopia che assomiglia, troppo, al presente

Finalista al 'National Book Awards' 2023 e presente in quasi tutte le classifiche dei migliori libri dell'anno negli USA, "Catene di Gloria" di Nana...

“Fuoco e sangue” e “House of the Dragon”: 8 grandi differenze tra libro e serie tv

Mai una gioia, per i fan del Trono di Spade: "Fuoco e sangue", il libro di George R. R. Martin dedicato alla storia della...

“Dieci cose che ho imparato”: il testamento di Piero Angela in 150 pagine

È difficile parlare di Piero Angela dopo che è stato scritto di tutto e di più. Dopo il dolore di aver perso una persona...

“Blackwater” di Michael McDowell: il misterioso fascino di una saga di culto

Non è semplice scrivere di una serie letteraria su cui ormai si è versato molto inchiostro. Di certo i sei volumi che compongono la...

ANTEPRIMA | “Psicopompo” di Amélie Nothomb: lo stupro e le ali della scrittura che l’hanno salvata

Durante le nostre ultime vacanze in Francia non ho saputo resistere e ho comprato l'ultimo libro di Amélie Nothomb, "Psychopompe" (Albin Michel, 2023), non...